Hotel Venezia Savoia e Jolanda Booking Hotel Venezia
Check In Date: Nights: Adults per room: Access code/IATA code:
Cancel Options/Languages
Alla scoperta di Venezia

Alla scoperta di Venezia

Il Leone di San Marco : questa magnifica scultura è di origine sconosciuta , ma alcuni studiosi credono provenga dalla Cina . L’aggiunta delle ali trasformò il leone nel simbolo della Repubblica Serenissima. È posta sulla sommità di una delle due colonne della piazza San Marco provenienti da Costantinopoli

Libreria Sansoviniana ( o Marciana ) : Questa libreria fu iniziata sotto la direzione del celebre architetto Jacopo Sansovino nel 1537 . Purtroppo , la costruzione dell’edificio fu terminata soltanto sul lato verso il porto prima della morte dell’architetto fiorentino . L’ala fu ultimata tra il 1583 e il 1588 da Vincenzo Scamozzi.

Museo Archeologico : Sotto il 17esimo portico della biblioteca , si può raggiungere un cortile che conduce al Museo Archeologico . Il museo è pensato per aiutare i visitatori a comprendere come sono nate la laguna e la città di Venezia . Contiene sculture greche , frammenti architettonici romani , epigrafi o iscrizioni , marmi , busti e una collezione di monete dell’epoca tra il 3 ° secolo e il primo secolo avanti Cristo . Il Museo Correr ospita una collezione personale del Neolitico e reperti archeologici in bronzo , e altre esposizioni includono antichità egizie, greche, etrusche e romane.

Biblioteca Nazionale Marciana : Si tratta di una delle più importanti biblioteche contenenti informazioni sul Rinascimento . Ha circa 1.000 codici greci latini , e attualmente, più di 900.000 volumi e circa 13.000 manoscritti ( 1.200 dei quali sono greco . )

Teatro La Fenice : Costruito nel 1790-1792 su progetto di G. Selva . Nel 1836 , fu quasi completamente distrutto da un incendio ad eccezione dei muri perimetrali e parte dell’ingresso. Èstato riparato e ricostruito sulla base del progetto originale. E ancora, sono stati aggiunti nuovi elementi nel 1936. Nel 1996, ancora una volta , il fuoco distrusse l’edificio e il teatro dovette essere completamente ricostruita. È dotato di una facciata neoclassica preceduta da un ampio scalone che comincia nella piazza. L’ingresso si apre su quattro colonne corinzie , coronate da balaustre .

Mercerie : Le Mercerie tagliano il centro storico della città in due parti tra S. Marco e Rialto . Il passaggio sotto l’arco della torre dell’orologio è la strada più antica e alcuni di questi negozi risalgono agli artigiani originali. È la via principale di Venezia e il cuore commerciale della città con negozi e boutique che vendono di tutto, dalla moda di lusso,il vetro e la pelle pregiata . Le " Mercerie " erano già pavimentate nel 13 ° secolo mantenendo la coerenza dello stile bizantino veneziano caratterizzato da stretti edifici e numerosi piccoli vicoli .

Ponte di Rialto : " La salizzada Pio X" conduce ai piedi del ponte di Rialto , uno dei più famosi della città , che attraversa il Canal Grande nel suo punto più stretto . Ultimato nel XIX secolo , le sue origini risalgono all’ utilizzo di un ponte di barche nel 1181 , ma a causa dell’ aumento del traffico commerciale, si rese necessario qualcosa di più permanente. La prima struttura fu di legno, successivamente ricostruito in pietra, tra il 1588 e il 1591, sotto la direzione di Antonio Da Ponte . Da Ponte è stato scelto da un concorso tra i famosi architetti del periodo ( Sansovino , Palladio , Michelangelo , Vignola , Scamozzi , Boldu) .

Palazzo Fortuny : Alla fine della calle della Mandola , tenendosi sulla destra del Rio Terrà della Mandola e alla destra del Canale degli Orfei , si entra nel piccolo Campo S. Veneto ( S. Benedetto ) , di interesse , a causa della sua pavimentazione . Il pavimento è stato sollevato per adattarsi alla vera da pozzo tuttora funzionante. Sulla sinistra , si vede l’ importante facciata di Palazzo Pesaro degli Orfei, ora Fortuny . Fu costruito nel 15 ° secolo , e prende il nome Orfei perché era il quartier generale del 18 ° secolo della Società Filarmonica l " Apollinea . Èstato acquistato all’inizio di questo secolo da Mariano Fortuny Madrazo , pittore , scenografo e collezionista spagnolo e donato dalla vedova alla città (1956 ), per essere destinato ad uso artistico .

camere Superior

Camere con Vista

Il fiore all’occhiello dell’hotel Savoia & Jolanda è la vista che si gode nell’edificio fronte alla laguna, nel quale sono situate le nostre Junior Suites ma anche il magnifico campo San Zaccaria dove da molte stanze si può ammirare l’omonima Chiesa Rinascimentale. Prenota le nostre imbarcazioni

Prenota le nostre imbarcazioni

Prenota presso il nostro concierge un transfer oppure un giro della laguna di Venezia con le nostre imbarcazioni.

Per deliziare il palato

La famiglia Rado, proprietaria dell’hotel vanta una decennale tradizione ristorativa perciò offre ai propri clienti:
La trattoria la Madonna situata nei pressi del mercato di Rialto. Il Ristorante Principessa annesso all’hotel con una meravigliosa terrazza affacciata alla laguna.

arte musica venezia